E’ morto Gianmaria Testa, addio al cantautore e poeta degli ‘ultimi’

“Gianmaria se n’è andato senza fare rumore. Restano le sue canzoni, le sue parole. Resta il suo essere stato uomo dritto, padre, figlio, marito, fratello, amico”…queste le commoventi parole che annunciano l’addio a Gianmaria Testa.

Aveva 57 anni. Aveva lasciato un impiego sicuro nelle ferrovie, per dedicarsi a pieno titolo alla sua grande passione, la musica. Figlio di contadini, Gianmaria aveva reso ‘gli ultimi’ i grandi protagonisti delle sue storie. Recentemente le sue condizioni di salute erano precipitate, in seguito ad un cancro contro il quale ha lottato incessantemente fino all’ultimo e di cui egli stesso aveva dato notizia lo scorso anno nel corso di un’intervista concessa a ‘Repubblica': “Per mesi non ho detto niente perché avevo paura di rompere le scatole alla gente. Ho pudore a parlare di me. Non avevo mai messo in preventivo di diventare famoso. Ma devo prenderne atto: sono un personaggio pubblico e in quanto tale mi sono reso conto che è meglio raccontare, è meglio spiegare. Ho un tumore, l’ho scoperto ai primi di gennaio. Non è operabile. Ho fatto cinque cicli di chemioterapia, il tumore si è molto ridotto. Ma i medici mi hanno detto che nei prossimi mesi devo annullare ogni altro impegno che non sia curarmi. Avere cura di me. Ed è quello che sto facendo”.

L’esordio di Gianmaria Testa, voce e chitarra, avvenne al festival di Recanati dove il cantautore inviò una sua cassetta vincendone ben due edizioni, quella del ’94 e del ’95, il conseguente incontro con una produttrice francese Nicole Courtois, gli permise di debuttare in Francia, tanto che di lì a poco il suo nome venne osannato e amato dal pubblico che lo definì con affetto lo “chansonnier italien”.

 

Scroll To Top