Locarno 2015 dedica una retrospettiva a Sam Peckinpah

La 68a edizione del Festival del Film di Locarno (5 – 15 agosto 2015) dedicherà una retrospettiva completa a Sam Peckinpah, a cura del programmatore e storico cinematografico Roberto Turigliatto. Tra i film più importanti che saranno riproposti per l’occasione, “Il mucchio selvaggio” (1969), “Cane di paglia” con Dustin Hoffman (1971), “L’ultimo buscadero” (1972) e “Getaway!” (1972) con Steve McQueen, e “Pat Garrett e Billy the Kid” (1973).

«Con Sam Peckinpah — spiega il direttore artistico Carlo Chatrian — il Festival omaggia il cinema classico e quello postmoderno, il cinema di genere e il cinema d’autore, il cinema che si fa malgrado tutto e il cinema che è più forte di ogni ingerenza.

Ancora una volta la retrospettiva vuole essere tanto un tuffo nell’universo di uno dei più carismatici creatori e un segnale lanciato al presente. Ai registi che si danno il compito di guardare al futuro, i film di Peckinpah hanno molto da dire – e non solo perché spesso hanno preconizzato l’evoluzione della società. Al contempo lirici e brutali hanno descritto l’uomo e il suo mondo, senza paura di guardarlo diritto negli occhi».

Coorganizzatori della rassegna sono la Cinémathèque suisse di Losanna e la Cinémathèque française di Parigi.

Fonte: pardolive.ch

Scroll To Top