Locarno 2016  — Vision Award Nescens al compositore Howard Shore

Dopo il premi al mago degli effetti speciali Douglas Trumbull nel 2013, al creatore della Steadicam® Garrett Brown nel 2014 e al grande montatore e sound-designer Walter Murchnel 2015, il Vision Award – Nescens 2016, riconoscimento che intende omaggiare le personalità che lavorano dietro le quinteverrà conferito al compositore e direttore d’orchestra canadese Howard Shore durante il 69° Festival del film Locarno.

In occasione del Festival, che si terrà dal 3 al 13 agosto, Shore terrà una masterclass.

Direttore della prima orchestra nel celebre “Saturday Night Live” tra il 1975 e il 1980Howard Shore è sicuramente noto per il lungo sodalizio professionale con David Cronenberg, iniziato con”Brood – La covata malefica” nel 1979.

Frequente collaboratore di Martin Scorsese, con il quale ha iniziato a lavorare nel 1985 con “Fuori Orario”, ha vinto un Golden Globe per la colonna sonora di “The Aviator” nel 2004.

Ha composto, inoltre, le colonne sonore di thriller di culto come “Il silenzio degli innocenti” (1991) di Jonathan Demme o “Seven”(1995) di David Fincher e di commedie generazionali come “Big” (1988) di Penny Marshall e “Alta fedeltà” di Steven Frears.

In anni recenti Peter Jackson lo ha scelto per lavorare alle colonne sonore delle sue due saghe cinematografiche tratte da Tolkien, vincendo un totale di tre premi Oscar e due Golden Globe per le musiche de “”Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello” e “Il ritorno del re”.

Carlo Chatrian, Direttore artistico del Festival, ha così commentato:

La carriera di Howard Shore è talmente ricca e variegata che ogni presentazione rischia di suonare riduttiva. Erede della tradizione dei grandi compositori capaci di produrre temi indimenticabili quanto duttili, Shore è molto più che un creatore di musiche. Pur lavorando nel modo tradizionale con matita e spartito, ha saputo cucire armonie adatte agli universi più diversi, dando spessore a scene e personaggi in modo inimitabile. Sapendo di far torto a tante collaborazioni imprescindibili, non posso qui non ricordare il suo contributo agli universi interiori di Cronenberg: senza il suo contrappunto sonoro film come “Videodrome”, “eXistenZ”, “M. Butterfly”, “A Dangerous Method” non sarebbero possibili. Sicuro che la sua presenza a Locarno costituirà uno dei punti chiave della prossima edizione, lo ringrazio per aver accolto l’invito e per aver accettato di condividere la sua esperienza con il pubblico, che insieme a me ha emozionato nel corso della sua carriera.

Per il terzo anno il Vision Award è sostenuto da Nescens Swiss anti-aging science.

Per tutte le informazioni, si rimanda al sito ufficiale del Festival del film Locarno.

Fonte: Comunicato

Scroll To Top