Ludovico Einaudi, suona fra i ghiacci dell’Artico a favore di Greenpeace [VIDEO]

Il compositore e pianista italiano Ludovico Einaudi, ha sfidato il gelido paesaggio dell’oceano Artico per una performance senza precedenti, per sostenere la campagna di Greenpeace contro le minacce di trivellazione petrolifera, pesca intensiva e surriscaldamento terrestre.

Per raggiungere la suggestiva location, nelle vicinanze delle coste delle isole Svalbard, Einaudi ha affrontato un viaggio a bordo della nave di Greenpeace Arctic Sunrise, insieme al suo pianoforte a coda, trasportato nella stiva della nave sin dalla Germania.

Un assaggio dell’esperienza la ritroviamo nelle parole stesse del compositore: “Essere qui è stata una grande esperienza. Ho potuto vedere la purezza e la fragilità di questa zona con i miei occhi e interpretare un brano dal titolo “Elegy To The Arctic” che ho scritto per essere eseguito sul migliore palco del mondo. È importante che capiamo l’importanza della regione artica, arrestare il processo di distruzione e proteggerla”.

“Con la sua musica”, ha scritto Greenpeace sul sito dedicato all’iniziativa, “Einaudi ha aggiunto la sua voce a quella di otto milioni di persone che da tutto il mondo chiedono la salvaguardia dell’Artico”.

 

Scroll To Top