Marianne Dissard: Torna in Italia dal 5 maggio con “The Cat. Not Me” tour

Marianne Dissard è indubbiamente una delle voci più interessanti del cantautorato francese. Chanteuse francese di nascita, Marianne Dissard ha vissuto la sua adolescenza nel West americano, in particolare a Tucson, Arizona, dove ha registrato i suoi primi tre album con l’aiuto dei membri di Calexico e Giant Sand.
Formatasi come documentarista, dirige molti dei suoi video musicali. Dopo essersi trasferita in Europa nel 2013, Marianne ha indossato i panni di produttore e ha collaborato con i coreografi berlinesi Ami Garmon e Frank Willens. Successivamente si nasconde nel Sud Italia (Matera) per scrivere il suo primo romanzo.

La cantautrice tornerà in Italia a partire dal 5 maggio, ecco tutti gli appuntamenti di “The Cat. Not Me” tour:

- opening act SAMMY DECOSTER (per fans di Johnny Cash, Morrison, Jacques Dutronc) -

05.05 Scandiano  – Salumeria Del Rock

06.05 La Spezia – Osteria Bacchus

07.05 Genova – Teatro Altrove

08.05 Vitulazio - Mr. Rolly’s

09.05 Ferrandina  – Linea Gotica

10.05 Matera – Groove Bar

13.05 Livorno – ExCinema Aurora

14.05 Milano – La Factory Polenta
w. Tum from Pocket Chestnut

I fan dei Calexico la riconosceranno come la dama di Joey Burns nel video del singolo “The Ballad of Cable Hogue” dall’album “Hot Rail“. Poetessa, visual artist, regista di documentari, attrice di teatro, autrice di testi, nata nel sud della Francia ma residente a Tucson, Arizona, dall’età di 16 anni, la Dissard è giustamente considerata una delle rivelazioni dell’indie-pop in lingua francese, la sintesi tra l’America e la chanson francese, tutto condito in salsa Nick Drake e Nina Simone.

Il suo album d’esordio “L’Entredeux” – è prodotto proprio dal frontman dei Calexico, co-autore anche dei brani. “L’Entredeux” vede anche i contributi di musicisti come John Convertino (Calexico), Rob Burger(Tin Hat Trio) e Mickey Raphael (Willie Nelson). Un lavoro originale e di non facile identificazione, un ibrido tra una formula musicale tipicamente francese, la canzone d’amore sussurrata e la parte meno ortodossa dell’alternative country o Americana che dir si voglia.

L’Abandon” è il secondo album, composto con il pianista italiano Christian Ravaglioli.
Un’opera piena di gioia, intimista e intensamente personale, comprende composizioni pop con le più svariate influenze musicali, dall’hip hop americano moderno, avant-garde contemporaneo, mariachi e ovviamente la chanson francese. L’album è stato prodotto dalla stessa Marianne Dissard insieme a Jim Waters (Jon Spencer).

E’ del 2014 “The Cat. Not Me” il suo ultimo album, registrato con Sergio Mendoza (Calexico) e Thoger Lund (Giant Sand). Per questo suo lavoro in studio l’artista d’Oltralpe torna dunque a lavorare con i vecchi amici in forza tra le fila di Calexico e Giant Sand. Composto e registrato a Tucson, questo album scuro, provocatorio e maestoso rivela ad ogni ascolto nuove sfaccettature. Il nuovo lavoro vanta nuovamente la preziosa collaborazione di Mickey Raphael ed è stato mixato nel miglior studio di Minneapolis, masterizzato da John Parish. ‘The Cat Not Me‘ culmina la trilogia di Tucson, iniziata con L’Entredeux.

Scroll To Top