Muse, Matt Bellamy sul nuovo album Drones: “è una metafora moderna sull’empatia”

I Muse hanno ufficialmente calato il sipario sul loro nuovo album Drones attraverso la pubblicazione del singolo Dead inside il 23 marzo scorso. Nello stesso giorno Bellamy ha rilasciato un’intervista alla BBC Radio in cui ci introduce nel concept di Drones -

É una metafora moderna sulla perdita di empatia. Penso che attraverso la tecnologia, in particolare attraverso l’interfaccia di un drone da guerra, sia possibile attenuare l’orrore di certi accadimenti tramite un controllo remoto a grande distanza, grazie al quale non si avverte il peso delle conseguenze e non ci si sente responsabili in alcun modo. La prossima evoluzione dei droni sarà l’acquisizione di autonomia decisionale,il che comporta che uccidere o meno sarà una scelta del drone in cui nessun umano verrà coinvolto.

Drones sarà Il settimo album in studio dei Muse, dopo The 2nd Law del 2012, e verrà immesso nel mercato il prossimo 8 giugno. La band è stata anche confermata come headline al Download festival che si terrà dal 12 al 14 giugno a Donington Park, in compagnia di Slipknot, Kiss, Faith No More, Judas Priest, Motley Crue, Slash, L7, Enter Shikari, Marilyn Manson, Andrew WK, A and Rise Agains

 

 

Scroll To Top