Megaupload.com e Megavideo.com: Chiusura e arresti

Negli Stati Uniti la lotta alla pirateria ha portato l’Fbi a chiudere Megaupload.com e Megavideo.com e ad arrestare il loro fondatore, conosciuto col nome di Kim Schmitz, insieme ad altre tre persone.

L’azione è stata intrapresa a poche ore dallo sciopero che ha coinvolto diversi siti web, tra cui Wikipedia che si è auto-oscurata, contro lo Stop Online Piracy Act, nuovo provvedimento antipirateria in corso di approvazione al Congresso.

Megaupload.com offre la possibilità di caricare sul sito file pesanti, anche protetti da password,e poi invitare chi si vuole ad accedervi, mentre Megavideo.Com consente la stessa cosa per contenuti video.

Il Ministero Della Giustizia americano accusa Megaupload di aver causato danni per 500 milioni di dollari ma la società si difende dicendo che i due siti non fanno altro che offrire agli utenti un modo per scambiarsi file di grosse dimensioni e video e che l’industria dell’intrattenimento non vuole altro che usare a proprio vantaggio la popolarità dei due siti internet.

Scroll To Top