Meltdown Festival: annunciati nuovi nomi tra cui quello di Robert Smith

Robert Smith si aggiunge alla line up della 25° edizione del Meltdown Festival. Ebbene sì, da direttore artistico ad artista il passo è stato breve: il frontman e fondatore dei The Cure ha annunciato la sua presenza sul palco del festival a giugno. Insieme a lui saranno tanti gli artisti presenti a Londra: Deftones, The Libertines, Manic Street Preachers, My Bloody Valentine, Nine Inch Nails, Placebo, The Psychedelic Furs, Mogwai, 65daysofstatic, Alcest, The Anchoress, Kristin Hersh, Kathryb Joseph, MONO e The Notwist.

Ma non è il suo l’unico nome che si aggiunge alla già ricchissima line up: proprio oggi è stata annunciata la presenza di artisti come Death Cab For Cutie, Frightened Rabbit, The Twilight Sad, i LIKETRAiNS, Suzanne Vega, Yonaka e molti altri ancora,

Per Smith il Meltdown Festival è stata anche fonte di ispirazione: lo ha spinto infatti a tornare in studio, con nuove idee, nuovi progetti e tanta voglia di creare. Come ha affermato in un’intervista su BBC 6 Music, ascoltare tanta nuova musica nell’arco di soli sei mesi è stata per lui una spinta a scrivere nuove canzoni. E riguardo alla sua tanto attesa esibizione ha affermato che suonerà principalmente brani provenienti dal repertorio dei The Cure, alcuni dei quali con una strumentazione del tutto diversa dallo show di Hide Park. Per quanto riguarda il futuro della band, Smith ha affermato anche che la sua attività live sarebbe stata proficua nel 2019 e che avrebbero intenzione di celebrare l’anniversario di “Disintegration”. Resta vago invece sull’argomento Glastonbury: non è ancora chiaro se saranno o meno headliner della prossima edizione.

Nel frattempo quest’estate Smith si esibirà ad Hyde Park con i The Cure, a distanza di 40 anni dall’uscita del loro primo singolo. Sul palco insieme a loro ci saranno gli Interpol, gli Editors e molti altri.


										
					
									
Scroll To Top