Michael Jackson: Il medico si difende

Durante una delle udienze del processo per la morte di Michael Jackson, il medico Conrad Murray si è difeso dall’accusa di omicidio colposo dichiarando che è stato lo stesso Jackson ad iniettarsi da solo il Propofol, il potente anestetico che lo ha ucciso.

Secondo i legali di Murray, il medico iniettò a Jackson una dose da 25 milligrammi di anestetico, ma il cantante si svegliò proprio mentre Murray non era nella stanza, e si iniettò da solo un’altra dose del medicinale. Murray lo trovò quando ormai era impossibile salvarlo.

Scroll To Top