Milano Film Festival: Terzo giorno

Per il Concorso Lungometraggi, il 14 settembre apre la giornata “Song and Moon” (alle 15 al Teatro Strehler), il film di Wu Na premiato allo Student Film Festival di Londra 2012, che racconta i sogni, gli amori e i turbamenti della giovane Xing.

Si prosegue con “Everybody in Our Family” (22.30 al Teatro Strehler, presenta la produttrice Ada Solomon), imprevedibile tragicommedia familiare del regista rumeno Radu Jude.

Chiude “Francine” (21 Spazio Oberdan) di Brian M. Cassidy, un potente ritratto femminile con protagonista il premio Oscar Melissa Leo.

Alle 15 al Cinema Ariosto e alle 17 al Teatro Strehler proseguono i Corti del Concorso, riservato solo a opere under 40. L’appuntamento con la rassegna Italia 80 si apre con “Sembra morto…ma è solo svenuto” (ore 17 – Cinema Rosetum), l’opera di Felice Farina che racconta la quotidianità di un rapporto tra fratelli.

Alle 19 è la volta di “Facce di festa” (Auditorium San Fedele), il film di Studio Azzurro che indaga la notte milanese e i suoi protagonisti. A presentarlo ci saranno Paola Rosa e Studio Azzurro.

Si continua con il film cult “Le occasioni di Rosa” (21 al Cinema Ariosto, presentato dal regista) di Salvatore Piscicelli che lanciò una sensuale Marina Suma. La proiezione sarà preceduta dalla presentazione del romanzo “Vita segreta di Maria Capasso” di Piscicelli.

Il ricco programma della rassegna Cinema in un ambiente diverso, organizzato con il sostegno di Air Dolomiti – Aeroporto di Monaco, si apre con il film evento “Chasing Ice” (20.30 al Teatro Strehler) del regista Jeff Orlowski che racconta un’avventura fotografica straordinaria nata per documentare i cambiamenti climatici.

Continua la retrospettiva realizzata con Filmmaker e Filmidee, con il sostegno di British Council, dedicata a Ben Rivers, lo sperimentale filmmaker inglese che lavora ostinatamente in 16mm (ore 15 e 19 Spazio Oberdan).

Per i “fuori categoria” del Milano Film Festival è la volta del documentario “Je suis venu vous dire… Gainsbourg by Ginzburg” (21 all’Auditorium San Fedele) di Pierre-Henry Salfati, un biopic che ha fatto molto discutere in Francia sul grande artista francese. Per Colpe di Stato, uno speciale focus immigrazione realizzato in collaborazione con Terre di Mezzo e NAGA (ven 14 sett. h 17 Scatola Magica).

Alle 19 “Belarusian Dream” di Ekaterina Kibalchich, un racconto sull’ultima dittatura europea narrato in prima persona di un oppositore al regime. A seguire incontro con la giornalista Maria Serena Natale. Prosegue la rassegna dedicata alla musica nel grande cinema di Woody Allen e curata dal celebre music supervisor Randall Poster. Si parte con “Sleeper” (15 Auditorium San Fedele), si prosegue con “Hannah and Her Sisters” (17 Spazio Oberdan) e si conclude la giornata con “Annie Hall” (21 Parco Sempione).

Per Vernixage l’appuntamento è con Carlos Casas, “Avalanche” (18.30 Cinema Ariosto, presentato dal regista), una ricerca che punta verso un orizzonte di suggestioni audiovisive dominato dalla sospensione lirica dei suoi paesaggi. Scenari liminali che, dalle soglie del mondo, impastati di suoni ambientali e di un tappeto sonoro pensato come baricentro delle immagini, finiscono nei documentari dell’artista catalano al ritmo delle frequenze captate dalle radio che Carlos porta sempre con sé.

The Hangover” (“Una notte da leoni)” di Todd Phillips sarà presentato in un evento speciale da Randall Poster (a mezzanotte Parco Sempione), perché quando ti svegli in una suite devastata e Doug, il promesso sposo, non c’è, devi trovarlo. Per Phil, Stu e Alan, e per il pubblico, sarà un’impresa divertentissima.

Alle 19 sul sagrato del Teatro Strehler concerto live di Nicolò Carnesi, autore di canzoni dai testi acuti, sottili e cinici che viaggiano su sonorità elettroacustiche influenzate dalla tradizione italiana e dal british pop degli anni ’80.

A seguire, alle 21 dj set di The Bad and The Ugly.

Fonte: Milano Film Festival

URL Fonte: http://www.milanofilmfestival.it

Scroll To Top