Mostra Del Cinema Di Venezia 2009: Il ritorno di Tinto Brass

Dopo quarantadue anni Tinto Brass torna al Lido, omaggiato da una retrospettiva dedicata alla sua carriera. La notizia giunge inaspettata allo stesso regista che, pur contento, dice che è arrivata un po’ troppo tardi perché anche la moglie possa rallegrarsene.

Un felice ritorno in laguna per l’intellettuale Brass accompagnato per l’occasione da Caterina Varzi, psichiatra e avvocato di successo, in questo caso attrice e musa ispiratrice del Maestro.
Con l’occasione Tinto Brass presenterà “Hotel Courbet” alla stampa internazionale, il suo ultimo lavoro presente alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia fu Nerosubianco, nel 1967.

Dice il regista a commento dell’invito rivoltogli dal direttore della Mostra Marco Müller: “Sono passati quarantadue anni, la metà di quanti ce ne vollero perché la Biennale di Venezia facesse ammenda nei confronti di Gustave Klimt”.

Nonostante ciò Tinto Brass è grato dell’omaggio che Venezia si appresta a fargli perché potranno, in quest’ occasione, essere messi a confronto i suoi lavori underground dei tempi in cui cercava e sperimentava nuove forme di linguaggio (come i due cortometraggi Tempo libero” e “Tempo Lavorativo”) con il suo recente “Hotel Courbet”, un corto che a detta del regista costituirà in seguito una parte di un film ad episodi.

Scroll To Top