Mostra del Cinema di Venezia 2011: Alle Giornate l’Oscar della buona tavola

Tre forchette del Gambero Rosso e due stelle Michelin annunciano l’arrivo per la prima volta a Venezia di Gennaro Esposito, il formidabile quarantenne protagonista del documentario di Elisabetta Pandimiglio “Più Come Un Artista”.
Il film, che sarà presentato alla Casa degli Autori alla Pagoda il 7 settembre, è uno dei titoli dello “Spazio Aperto” delle Giornate degli Autori 2011.

Se Gennaro Esposito con la sua “brigata di cucina” del ristorante campano Torre del Saracino sarà certamente la star più attesa alla Casa degli Autori, saranno molte le occasioni conviviali in programma, a sottolineare l’unicità di una iniziativa nell’ambito della Mostra che da sempre affianca alla selezione dei film i momenti di discussione e quelli d’incontro, magari davanti a una tavola imbandita, una festa, un’improvvisazione musicale.

L’”altro programma” che si realizza quest’anno nella nuova sede della Pagoda (di fronte all’Hotel des Bains) grazie alla collaborazione con la H010 e al suo chef executiv Antonino Sanna si inaugura il 31 agosto nel segno di Pasta Garofalo con una serata in onore del filmato d’apertura delle Giornate degli Autori, “Di là dal vetro” di Andrea Di Bari, scritto e interpretato da Erri De Luca insieme a Isa Danieli.

Per festeggiare l’esordio del progetto “Pasta Garofalo per il cinema” in un grande festival internazionale e la collaborazione con la Casa degli Autori, sono pronti circa 1200 chili di pasta che faranno mostra di sé nelle 10 serate veneziane. Con il coordinamento di I-Club saranno poi molti i marchi eno-gastronomici presenti: dai prodotti di Coop Adriatica offerti in esclusiva per l’occasione ai salumi e formaggi della Valle d’Aosta e del Friuli; dalle 300 confezioni di Bibanesi (l’inconfondibile grissino veneto) alle 2000 confezioni di caffè della Torrefazione Marchi; dall’acqua Dolomia (oltre 1500 bottiglie) alla birra Nastro Azzurro (1200 bottiglie).

Si brinderà con lo spumante Costaruel (Medaglia d’argento a Vinitaliy 2011), mentre a cena verranno serviti i vini del Movimento Turismo del Vino del Friuli Venezia Giulia che per l’occasione ha convocato le sue più esclusive cantine. E dopo cena, insieme ai marchi Di Saronno e Distillati Group, Bonaventura Maschio si ascolterà musica, si ritroverà il tempo della conversazione, della curiosità, della scoperta. E fa il suo esordio per I-Club in esclusiva a Venezia, i-Drink, l’unica bevanda energetica alla vodka.

La Casa degli Autori sarà certamente un luogo d’allegria e di festa, ma ogni serata sarà rigorosamente nel segno del miglior cinema, quello stesso che si proietterà nell’arena all’aperto della Pagoda con i titoli di “Spazio Aperto”: ed ecco allora la serata Fandango e Rai Cinema per “Ruggine” (1 settembre), la Live Performance di Enzo Gragnaniello per il film di Carlo Luglio “Radici” (sabato 3), la partita di calcio tra scrittori e cinematografari e l’allegra “pizziata” per “Il Mundial Dimenticato” di Garzella&Macelloni (lunedì 5), la serata tirolese organizzata da BLS – Alto Adige Film Commission per festeggiare la collaborazione con le Giornate (martedì 6), fino alla grande festa di Pyoor Collective con Live music set dall’album “Pyoor Native American” di Scott Donadson e Umberto Marzotto che chiuderà la Casa degli Autori venerdì 9 settembre.Fonte: Studio Sottocorno

Scroll To Top