Mostra del Cinema di Venezia: Orizzonti 2011

Dopo il successo di pubblico e stampa della selezione 2010 (e la sua successiva, vasta diffusione internazionale), il programma di Orizzonti 2011 si (ri)presenta come esplorazione dei modi del cinema contemporaneo, all’incrocio con gli altri linguaggi espressivi. E questo, proprio nell’anno in cui la Biennale Arti Visive ha voluto dedicare uno spazio particolare ad opere di artisti che lavorano con le immagini in movimento.

Agli spettatori della Mostra si vuole proporre un viaggio in compagnia di corti medi e lungometraggi, per affrontare la questione del racconto cinematografico senza negarne la dimensione emotiva e sensuale.
Seguendo questa premessa, l’arco delle selezioni spazierà dal film-saggio all’animazione, dalla meditazione dolorosa alla commedia, dalle commistioni tra gesto cinematografico e arti visive ad una rinnovata fiducia nella forza della sintassi fondamentale del cinema.

Non ci sarà quindi da stupirsi dell’incontro con un cavaliere medievale, oppure con dei maniaci di videogame, alcuni robot intelligentissimi, almeno due anziane signore indegne, assieme alla buona-matta-meravigliosa Carolyn Parker, uomini celebri e personaggi storici più o meno noti (l’uomo che rubò la Ferrari di Saddam Hussein!), scienziati insoliti e villeggianti malinconici, animali di ogni specie.

Tra i numerosissimi autori internazionali che prenderanno parte all’evento, ricordiamo Amir Naderi, Yves Caumon, Pippo Delbono, James Franco, Kim Kyungmook e Nicolas Provost.Fonte: Biennale di Venezia Ufficio Stampa

Scroll To Top