Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro: I premi dell’edizione 2011

Correlati

I giurati della 47esima Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro Fabio Ferzetti, Marina Spada e Isabella Ragonese hanno premiato “Musanilgi” (“The Journals of Musan“) di Park Jung-bum «per la profonda adesione personale e l’ininterrotta tensione morale con cui testimonia la lotta quotidiana, le lacerazioni interiori e la disperata speranza del suo protagonista, ultimo fra gli ultimi. Facendo luce al tempo stesso, con stile sempre asciutto e coinvolgente sulla condizione degli emigrati dalla Corea del Nord, su uno degli aspetti più drammatici e soprattutto nascosti della società coreana».

Menzione d’onore al francese Sylvain George, autore del documentario “Qu’ils Se reposent En Revolt (Des Figures De Guerres I)” «per la forza poetica, coniugata all’intensità della testimonianza, con cui compone una vera e propria Odissea contemporanea, esplorando in ogni recesso il mondo degli invisibili fino a dare una forma e un senso alle esistenze negate di questi dannati della terra. Con un linguaggio forte e originale che contamina in libertà cinema, documentario e video arte». Il film racconta le condizioni di vita dei migranti che da Calais tentano di raggiungere l’Inghilterra.

“Musanilgi” si aggiudica anche il Premio Giovani assegnato da studenti e neo laureati dell’Università di Urbino “Carlo Bo” mentre il premio Amnesty (dedicato alle opere che meglio rappresentano il tema della difesa dei diritti umani) va a “Tambien la Lluvia” di Icíar Bollaín: «con una narrazione estremamente efficace, sorretta da una sceneggiatura attenta, il film affronta il modo originale il tema cruciale dell’accesso a un diritto umano fondamentale, l’acqua, la cui richiesta risuona a ogni latitudine del mondo. È un film che mettendo in relazione passato e presente, fotografa in maniera incisiva la società sudamericana, con particolare sensibilità etica, un efficace ritmo cinematografico e un notevole impegno culturale e sociale. Merita il premio per la lucidità, il senso di responsabilità e l’impegno con cui presenta e analizza i grandi cambiamenti in atto nel continente latinoamericano».

Scroll To Top