Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro: I vincitori

Il miglior film della 49esima Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro è “Matei copil miner” di Alexandra Gulea (Romania): «un’opera prima che rivela uno sguardo potente e libero, capace di indagare il rapporto tra habitat e vicende personali con leggerezza e profondità. Una drammaturgia matura e sensibile».

Menzione speciale a “La chupilca del diablo” di Ignacio Rodriguez (Cile) perché «nel raccontare il passaggio di consegne tra un vecchio e un giovane, il regista ventiquattrenne, alla sua opera prima, riesce a distillare un microcosmo privato in un racconto sottile ma critico sul Cile contemporaneo».

Premio Amnesty al film di tutte le sezioni che meglio affronta il tema dei diritti umani a “Nostalgia de la Luz” del regista cileno Patricio Guzmán.

A “Matei copil miner” anche il premio della giuria giovani.

La giuria era composta dalla regista Costanza Quatriglio, dall’attrice Anna Foglietta, dal regista Vincenzo Marra, dai critici e giornalisti cinematografici Massimo Lastrucci e Federico Pontiggia.

Scroll To Top