Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro: Primo giorno, in apertura Boris Khlebnikov

Apertura sotto la pioggia per la 49esima edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro (24 – 30 giugno) che ha dovuto rinunciare allo schermo di Piazza del Popolo per il film di apertura, “A Long and Happy Life” proiettato alla presenza del regista Boris Khlebnikov.
Un dramma dai tempi dilatati e dagli sviluppi imprevedibili che riporta Khlebnikov a Pesaro a tre anni di distanza dalla personale dedicata dalla Mostra nel 2010 a lui e alla casa di produzione Koktebel all’interno della retrospettiva sul cinema russo dell’ultimo decennio.

Il protagonista del film è Aleksandr Yatsenko che gli spettatori del festival ricorderanno nella commedia “Mne ne Bolno” (“It Doesn’t Hurt Me”) di Aleksei Balabanov, visto sugli schermi pesaresi proprio nel 2010. Anche il direttore della fotografia, Pavel Kostomarov, è una vecchia conoscenza della Mostra: documentarista straordinario, al suo lavoro violento e radicale sul cinema del reale portato avanti in coppia con Aleksandr Rastorguev il festival ha dedicato un focus nel 2011 (ne avevamo parlato QUI).

Scroll To Top