MP3: Comma libera tutti

Un nuovo comma, già approvato da Camera e Senato, quindi oramai immodificabile, sta mandando in subbuglio tutto il mondo del web. La Commissione per la Cultura presso la Camera lo ha elaborato proprio in funzione della grande Rete, che ora avrebbe la possibilità di pubblicare legalmente versioni “a bassa risoluzione o degradate” di intere opere protette dal diritto di autore. Tutto questo a scopi informativi o scientifici.

Visto che la Costituzione italiana permette a tutti di operare in onore di questi nobili scopi, sarebbe possibile per chiunque pubblicare sul web immagini a bassa risoluzione o, e qui si drizzano le nostre orecchie, intere canzoni. Purché la loro qualità non sia pari a quella dell’originale.

I puristi dell’alta fedeltà potranno, quindi, diffondere liberamente in rete i loro possedimenti musicali, purché digitalmente compressi.

Probabilmente si è compiuto un passo fin troppo lungo verso la libertà. E la confusione tiene banco.

Fonte: Repubblica

Scroll To Top