Muse: “Drones” è un album di denuncia

I droni rappresentano gli esseri umani che in momomento di debolezza rischiano di essere usati e abusati dal potere politico e religioso fino a trasformarsi in robot”. Sono queste le parole di Matt Bellamy, voce dei Muse, che riferisce alla stampa a Milano.

Manca poco ormai all’uscita del nuovo lavoro della band “Drones“, prevista per l’8 giugno 2015. Si tratta del settimo album in studio dei Muse. Un lavoro che affronta una delle tematiche più discutibili del momento: l’alienazione dell’individuo nell’era della tecnologia. In poche parole un’opera di denuncia al suono di rock. L’album è stato anticipato dai brani “Psyco”, “Reapers” e “Dead Insise”.

Qui la tracklist di “Drones”

tracklist di “Drones” dei Muse

“Dead inside”
“Drill Sergeant”
“Psycho”
“Mercy”
“Reapers”
“The handler”
“JFK”
“Defector”
“Revolt”
“Aftermath”
“The globalist”
“Dones”

 

La band arriverà in Italia il prossimo 18 luglio (unica data nel nostro Paese) in occasione del Rock In Roma 2015.

Fonte: Ansa

Scroll To Top