Natasha Richardson: Morte cerebrale

Una caduta durante la lezione di sci a Mont-Tremblant, in Canada, prima nessuna ferita mostrata, poi una forte emicrania che l’ha portata in ospedale.

È iniziata così la sventura dell’attrice quarantacinquenne Natasha Richardson – moglie di Liam Neeson – che è ora ricoverata all’ospedale di New York dove, però, i medici dicono che non ci sono più speranze. La sua è una morta cerebrale e i medici presto staccheranno la spina delle apparecchiature che le stanno assicurando artificialmente la sopravvivenza.

Scroll To Top