NaturArte: Il programma con performances e concerti

Venerdi 28 giugno 2013
CASTELMEZZANO (PZ)

Ore 16:00
Centro storico
Allestimento mercatino dei prodotti a km 0

Ore 17:00
Punto informativo via Michele Volini
Arrivo e accoglienza
A cura Associazione Azione Cattolica

Ore 18:00
Anfiteatro piazza Paternò
Presentazione del programma: Progetto Naturarte
A seguire apertura mercatino dei prodotti a km 0
Musica itinerante accipiter

Ore 21:00
Spettacolo musicale
Banda di NaturArte

************

Sabato 29 giugno
CASTELMEZZANO (PZ)

Ore 10:00
Punto informativo via Michele Volini
Arrivo e accoglienza
A cura Associazione Azione Cattolica

Ore 10:30
• Apertura mercatino dei prodotti a km 0
• Partenza per il trekking: Verso “Molino”

Ore 17:00
Gara di orienteering centro storico
A cura dell’Associazione Azione Cattolica e del Ceas Dolomiti Lucane info: 3287338268 info@nuovaatlantide.com

Ore 19:00
Partenza percorso trekking
Centro abitato Mulino – Centro storico – Castello
Paschiere – San Marco – Santa Maria
(percorsi pedonali attrezzati)

Ore 20:00
Evento. Partecipazione gratuita
Erri De Luca
Gian Maria Testa
Gabriele Mirabassi

Lo scrittore Erri De Luca, il cantautore Gianmaria Testa e il clarinettista Gabriele Mirabassi portano in scena lo spettacolo Chisciotte e gli invincibili, uno spettacolo che unisce musica e parole. Erri De Luca guida il pubblico nell’esplorazione degli ideali di Chisciotte, che decise di mettersi a contrastare ingiustizie e riparare torti; Gianmaria Testa dà voce ai grandi poeti nelle cui storie d’amore, di guerra e di prigionia possono essere ritrovate tracce del protagonista e delle sue idee; Gabriele Mirabassi disegna paesaggi musicali con il suo clarinetto, interpretando il dramma e l’avventura.
Le opere di grandi poeti come Hikmet, Sarajlic, Brecht, De Luca vengono cantate, restituendo alla poesia il suo carattere popolare, combattivo, diretto, incisivo. Lo spettacolo è un omaggio ai sognatori che non si arrendono, a coloro che si fanno coinvolgere e che non rimangono spettatori passivi degli eventi, ai seguaci delle cause perse, ai migratori, agli innamorati, ai prigionieri, ai suicidi: in una parola, agli invincibili, coloro che risorgono continuamente dalle sconfitte e non perdono la forza e la tenacia per battersi di nuovo. Sul palco l’atmosfera è colloquiale: un tavolo, del vino, una chitarra, dei fogli, dei libri, una sedia vuota lasciata a Chisciotte.

Tutto ciò dà vita a uno spettacolo intenso e inattaccabile, che restituisce dignità alla parola scritta, recitata, cantata, suonata. Uno spettacolo che invita alla riflessione, ma non manca di piacevolissime parentesi ironiche.

************

Domenica 30 giugno
CASTELMEZZANO (PZ)

Ore 10:00
Punto informativo via Michele Volini
Arrivo e accoglienza
A cura Associazione Azione Cattolica

Ore 10:30
• Apertura mercatino dei prodotti a km 0
• Partenza per il trekking: Percorso delle 7 Pietre

Ore 19.00
Piazza Emilio Caizzo. Concerto
ENZO GRAGNANIELLO

Va in scena la Napoli più vera e più cruda, più allegra e più dignitosa, quando sul palco sale Enzo Gragnaniello, cantautore italiano, nato a Napoli nel 1954, che ha dedicato alla sua città la sua intera carriera. Gragnaniello ha trascorso la sua adolescenza tra i vicoli della città, imparando a conoscerla e ad amarla e attraverso la musica mette in luce storie di diseredati che rimangono avvolti nell’oblio e nel silenzio: nasce una musica impegnata, che affonda nella canzone popolare napoletana le sue radici.

Con lo stesso obiettivo, nel 1977, insieme a Gennaro De Rosa, Lorenzo Piombo, Roberto Porciello, Francesca Veglione, forma il gruppo musicale “Banchi Nuovi”, nome legato al comitato dei Disoccupati Organizzati, di cui egli stesso faceva parte. Con loro canta le prime canzoni, tra cui il suo cavallo di battaglia O scippatore. Oltre ai successi di pubblico, arrivano anche riconoscimenti ufficiali come la Targa Tenco, premio assegnato sul palco di Sanremo alla canzone d’autore e ottenuto per ben tre volte. Gode di grande stima tra i colleghi musicisti con i quali ha collaborato, molto spesso come autore di canzoni. Cu’mmè, ad esempio, che interpreta con Mia Martini e Roberto Murolo, è il brano che raggiunge una tale popolarità da essere tradotto in diverse lingue. I suoi ultimi lavori presentano testi che godono di quella poesia che solo chi vive realmente Napoli ha incamerato come patrimonio genetico. Gragnaniello si sposta, con grande capacità lirica, dall’amore alle piccole storie di vita quotidiana.

Scroll To Top