Nexo Digital nel 2015: le stelle del cinema a teatro

Il teatro non è un divertimento per pochi fortunati.

L’encomiabile progetto di compagnie come la National Theatre Live, ormai portato avanti con successo da qualche anno, di rendere le migliori performance teatrali delle West End Londinese e Broadway oggetto di spettacoli proiettati una tantum al cinema, è stato abbracciato in Italia dalla Nexo Digital, grazie alla quale possiamo godere, senza imbarcarci in viaggi costosi, non solo delle pièces teatrali (recentemente hanno avuto molto successo nei cinema nostrani spettacoli  come “Frankenstein” di Danny Boyle con Benedict Cumberbatch e Johnny Lee Miller, l’”Othello” con Rory Kinnear, “Coriolanus” con Tom Hiddleston,  “War Horse” e molti altri), ma anche dei più acclamati eventi culturali sulla scena internazionale quali concerti, visite virtuali nei musei più belli del mondo,o proiezioni rare di pellicole d’animazione straniere.

Proprio oggi è stato divulgato il programma dedicato al Teatro per il 2015, quattro titoli davvero splendidi che vantano nel proprio cast nomi famosi di Hollywood, che verranno proiettati in originale con sottotitoli in italiano a circa un mese di distanza uno dall’altro a partire da Febbraio prossimo (l’elenco dettagliato con le date, che possono subire variazioni di città in città, lo trovate sul sito della Nexo).

Si tratta di:

• SKYLIGHT (3 Febbraio) con Bill Nighy e Carey Mulligan, diretto da Stephen Daldry;

• OF MICE AND MEN (3 Marzo) con James Franco e Chris O’Dowd tratto dal romanzo del Premio Nobel per la letteratura John Steinbeck;

• MEDEA (7 Aprile) con Helen McCrory;

• THE CURIOUS INCIDENT OF THE DOG IN THE NIGHT-TIME (5 Maggio) con Luke Treadaway, tratto dal romanzo best seller nato dalla penna di Mark Haddon.

«L’idea di fondo del progetto è quella di permettere a coloro che normalmente non hanno accesso al National Theatre di Londra o ai palcoscenici di Broadway a New York di gustarne le produzioni in diverse parti del mondo. Per questa ragione nelle giornate delle riprese cinematografiche gli attori tendono a dare il meglio di sé sul palcoscenico: sanno che si tratta delle performance in assoluto più viste tra quelle portate in scena, performance che saranno conservate negli archivi del Teatro e nella memoria degli spettatori di tutto il mondo».

Le proiezioni vengono inoltre arricchite sul grande schermo da “extra” di grande interesse come interviste con registi e attori, scambi di battute con esperti , dietro le quinte, dettagli inediti. Tutti speciali cui gli spettatori a teatro non possono normalmente accedere.

Per chi volesse saperne già qualcosa in più, ecco qualche ulteriore dettaglio (due titoli sono in scena al momento a Londra):

Skylight | Martedì 3 Febbraio

Il regista premio Oscar Stephen Daldry (“Billy Elliot”, “The Hours”, “Molto Folte Incredibilmente Vicino”) dirige gli attori britannici Bill Nighy e Carey Mulligan in Skylight, una delle opere teatrali più rappresentate dello sceneggiatore David Hare (noto per “The Hours” e “The Reader”). Vincitore dell‘Olivier Award come Miglior Testo Drammatico, Skylight esplora la complessa e drammatica relazione tra Tom e la sua ex-amante, la maestra di scuola Kyra. Durante un inaspettato incontro, che durerà l’arco di una sola notte, si riaccenderanno in loro sia la passione erotica di un tempo che le differenze ideologiche, unite ad un senso di colpa schiacciante che li porterà ancora una volta ad una separazione lacerante e allo stesso tempo inevitabile.

Skylight è stato originariamente prodotto dal National Theatre nel 1995, prima del trasferimento al West End e a Broadway, e ha vinto un Olivier Award come miglior spettacolo.La versione di Daldry è andata in scena a Londra nell’estate 2014 e sarà a Broadway nei primi mesi del prossimo anno.

Of Mice And Men | Martedì 3 Marzo

Il vincitore del Golden Globe e candidato all’Oscar James Franco (“127 Ore”, “Milk”) e il candidato per il Tony Award Chris O’Dowd (“Bridesmaids”, “Girls”) portano in palcoscenico “Uomini e topi”, l’opera tratta dal romanzo del premio Nobel per la letteratura John Steinbeck. Ambientato in California, “Of Mice and Men” (pubblicato a New York nel 1937 e tradotto poi in italiano da Cesare Pavese) è un potente ritratto dello spirito americano dopo la Grande Depressione del 1929, ma anche la testimonianza straziante della forza dell’amicizia.

Ha dichiarato James Franco “È la mia prima volta a Broadway, ma me ne sono innamorato. Quando i miei colleghi del mondo del cinema mi chiedono come riesca a farlo e rifarlo tutte le sere, io rispondo che le repliche hanno sempre una nuova energia grazie al pubblico che hai davanti. E’ come se ci fosse una nuova elettricità ogni sera. In un certo senso è più emozionante che fare un film”.Lo spettacolo è stato in scena a New York nell’estate 2014.

Medea | Martedì 7 Aprile

La Medea di Euripide porta in scena il dramma di un amore assoluto che si trasforma, a causa del tradimento di Giasone, in feroce odio e puro desiderio di vendetta. Una vendetta che coinvolgerà anche i figli che Medea ha avuto dall’uomo tanto amato. Anche la “barbara” Medea però è una vittima: sa bene, infatti, che per arrecare dolore a Giasone uccidendone i figli condannerà in primo luogo se stessa

La parte di Medea, il cui testo è stato rivisto per l’occasione nella nuova e moderna versione di Ben Power, è affidata dalla regista britannica Carrie Cracknell a Helen McCrory, nota al grande pubblico per le interpretazioni di Narcissa Malfoy nella saga di Harry Potter e di Cherie Blair nel premiatissimo “The Queen” con Helen Mirren.Lo spettacolo è al momento in scena a Londra.

The Curious Incident Of The Dog In The Night-Time | Martedì 5 Maggio

Christopher (interpretato da Luke Treadaway) è un quindicenne colpito dal morbo di Asperger, una forma di autismo. Ha quindi una mente straordinariamente portata per la matematica, ma assolutamente non avvezza ai rapporti umani. Per questo odia il giallo, il marrone e l’essere sfiorato. Ama invece gli schemi, gli elenchi, l’astronomia e la deduzione logica. Non è mai andato più in là del negozio dietro l’angolo, ma, quando un giorno scopre il cane della vicina trafitto da un forcone, capisce di trovarsi di fronte a uno di quei misteri che il suo eroe, Sherlock Holmes, era così bravo a risolvere. Inizia così a indagare, cominciando a far luce su un mistero ben più importante. Com’è morta sua madre? Perché suo padre non vuole che lui faccia troppe domande ai vicini?La pièce teatrale è tratta dal libro dello scrittore e poeta britannico Mark Haddon, “Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte”, un best seller da milioni di copie in tutto il mondo, edito in Italia da Einaudi. Lo spettacolo è al momento in scena a Londra.

Fonte: Comunicato

Scroll To Top