Oscar 2009: Anche Hollywood diventa sobria

Se davvero esiste il gene dell’organizzazione, gli americani di certo ne saranno muniti. Non abbiamo prove scientifiche, ma c’è qualcosa che ci fa pensare che solo loro son capaci di organizzare vere feste a tema, anche quando il tema è la crisi finanziaria mondana.

All’inizio della settimana degli Oscar ad Hollywood si respira aria di preparativi, gli ultimi, quelli decisivi, i fondamentali. Quelli che verranno ricordati anche tra un anno. Come le feste organizzate da Madonna e Price l’anno scorso.

Bene, le pop star non si ripeteranno e “Vanity Fair”, che una volta conduceva i festeggiamenti, terrà il suo galà annuale anche quest’anno, ma in tono molto più sobrio.

Il nuovo presidente Obama, la recessione e il film su cui tutti scommettono – la favola di “The Millionaire” piena di buone speranze – hanno miscelato gli elementi da party e colorato il tutto in toni più delicati.

Insomma, anche stavolta pare che l’organizzazione non stoni con la realtà fuori dalle sale. Sono americani, non avevamo dubbi!

Scroll To Top