Oscar 2009: Nessun saluto agli italani scomparsi

Questa del 2009 è stata un’edizione triste. I ricordi agli attori scomparsi lo scorso anno sono stati i momenti commoventi dell’ottantunesima edizione degli Oscar.

Il premio postumo ad Heath Ledger, il giovane attore protagonista de “Il Cavaliere Oscuro”, ha gelato la sala per alcuni minuti tra il silenzio degli ospiti e le lacrime del presentatore Sean Penn.

Un’edizione che sarà ricordata come quella che ha avuto l’ultimo sguardo di Paul Newman in chiusura. E durante i festeggiamenti, tra abiti sfarzosi e statuette luccicanti, sono stati omaggiati altri grandi del cinema oramai scomparsi come Roy Scheider, Kon Ichikawa, Charlton Heston, Sydney Pollack, Bernie Mac, Michael Crichton ed Anthony Minghella.

Nessun italiano, però, è stato citato tra le scomparse del 2008. I nomi di Dino Risi, Ugo Pirro e Ennio De Concini nessuno li ha sentiti.

Eppure sono stati presenti anche loro nella storia dei premi cinematografici. Risi ottenne due nomination nel 1975 e Pirro nel ’71. De Concini, grazie al suo soggetto di “Divorzio All’Italiana”, si aggiudicò la statuetta nel 1962.

Scroll To Top