Oscar 2017: “Fuocoammare” è la proposta italiana agli Oscar!

La commissione dell’ANICA, di cui fa parte anche il recente vincitore dell’Oscar Paolo Sorrentino, ha selezionato la proposta nazionale per la categoria del miglior film in lingua straniera ai premi Oscar. La scelta è caduta sul documentario di Gianfranco Rosi “Fuocoammare” (la nostra recensione), vincitore dell’Orso d’oro all’ultimo Festival di Berlino, battendo fra gli altri i recenti protagonisti ai David di Donatello “Lo chiamavano Jeeg Robot” e “Perfetti sconosciuti”. Da regolamento, per sperare in una candidatura anche nella categoria del miglior documentario di lungometraggio, il film dovrà uscire almeno nei cinema della contea di Los Angeles e della città di New York entro il 31 dicembre 2016.

Nella categoria del miglior film in lingua straniera dovrà invece contendersi i voti della apposita commissione dell’Academy americana con altri film stranieri come il tedesco “Toni Erdmann“, lo spagnolo di Pedro Almodovar “Julieta“, il film d’animazione svizzero “La mia vita da Zucchina“, “The Salesman” di Ashgar Farhadi per l’Iran, il cileno “Neruda” di Pablo Larraín, il vincitore del Leone d’oro a Venezia l’anno scorso “Ti guardo” per il Venezuela, “The Age of Shadows” per la Corea del Sud, il documentario afgano “A Flickering Truth”, “Sieranevada” per la Romania, il franco-canadese “Juste la fin du monde” di Xavier Dolan, il danese “Land of mine – Sotto la sabbia” e molti altri fra cui sicuramente qualche sorpresa. I nostri cugini francesi prenderanno la loro decisione oggi fra “Agnus Dei”, “Frantz” di François Ozon, “Elle” di Paul Verhoeven e “Cézanne et moi”.

Un’apposita commissione dell’Academy renderà nota una prima shortlist di nove titoli entro novembre, fra i quali saranno poi selezionati i cinque nominati all’Oscar. Le nomination definitive saranno annunciate giovedí 24 gennaio 2017, mentre la cerimonia di consegna dei premi la notte di domenica 26 febbraio 2017.

Scroll To Top