Oscars So White, Charlotte Rampling: “Razzismo per i bianchi”

Interviene anche Charlotte Rampling nell’accesa discussione sulla mancanza di registi e attori non bianchi tra i candidati agli Oscar 2016. Oscars So White è lo slogan della protesta informale appoggiata da Spike Lee, Jada Pinkett Smith, Lupota Nyong’o e altre personalità del mondo dello spettacolo che invocano maggiore diversità.

Charlotte Rampling quest’anno è candidata come migliore attrice protagonista per “45 anni” di Andrew Haigh e in una recente intervista alla radio france Europe 1 (ripresa da Les Inrocks e, in traduzione, da The Guardian) l’attrice dichiara che questa polemica è «razzista nei confronti dei bianchi» (“C’est raciste pour les blancs”).

E aggiunge: «Non possiamo saperlo, ma magari gli attori neri non sono stati abbastanza meritevoli da finire nelle cinquine dei finalisti. E poi perché classificare le persone? Ci sarà sempre qualcuno che dirà “lui è meno bello”, o “troppo nero”, o “troppo bianco”, ma questo non significa che dobbiamo vedere minoranze ovunque».

Scroll To Top