Pacific Rim 2 sospeso: parla Guillermo Del Toro

La produzione di Pacific Rim 2 si sta rivelando problematica ancora prima di iniziare e, sfortunatamente, la cosa non è nuova per i progetti di Guillermo Del Toro.

Precedentemente posticipato al 2017, è due giorni fa la notizia della sospensione e il rinvio a tempo indeterminato del progetto, diffusa da THR all’interno di un lungo articolo sulle tensioni tra Legendary Pictures e Universal Pictures.

Per Legendary, infatti, il sequel di Pacific Rim è sempre stato un investimento ad alto rischio (il primo film ha incassato 411 milioni di dollari in tutto il mondo, costandone però 190), soprattutto adesso che l’accordo con la Universal sembra essere saltato.

Nell’articolo di THR si legge, infatti:

Legendary voleva produrre il sequel di Pacific Rim, che fu realizzato sotto l’accordo con la Warner e fu trasformato in uno di quei film che incassano molto (411 milioni di dollari in tutto il mondo), ma sono tanto costosi da non rendere un sequel cosa certa. Alcune fonti dicono che Legendary abbia apprezzato il successo in Cina, dove la compagnia ha fatto molti investimenti, ma per ora il progetto – per il quale si stava spingendo per un’uscita entro agosto 2017 – è stato sospeso a tempo indeterminato e sarà rinviato (se mai verrà realizzato).

Ora è lo stesso Guillermo Del Toro a pronunciarsi sulla vicenda, rivelando ad EW:

Stiamo ancora lavorando ad una sceneggiatura e butteremo giù il budget nelle prossime tre settimane. Per quanto mi riguarda, non tutto è perduto.

Del Toro ha aggiunto che il ritardo è solo temporaneo e che, nel mentre, potrebbe addirittura girare un altro film. Poi, ridendo, ha concluso: «se fossi miliardario, farei sicuramente “Hellboy 3″, “Pacific Rim 2″ e “Alle montagne della follia” e diventerei velocemente milionario».

Fonte: EW/THR

 

Scroll To Top