Paolo Sorrentino: Debutta come romanziere

Il primo romanzo del grande regista partenopeo uscirà, per i tipi di Feltrinelli, il 10 marzo e si intitolerà “Hanno Tutti Ragione”. Il protagonista si chiama Tony Pagoda, un cantante di night che dopo anni di successi si trova in una crisi che coinvolge lavoro e affetti: la moglie gli chiede il divorzio e con la sua band si è ormai ridotto a suonare solo in piazze minori. L’occasione è la possibilità di una tourné brasiliana e in Brasile Tony resterà per vent’anni, finché non verrà il momento di decidere cosa fare, al suo ritorno in patria…

“L’embrione di Pagoda è un personaggio del mio primo film, “L’uomo in più”. Allora si chiamava Pisapia, ma avevo capito che meritava più spazio, maggiore attenzione da parte mia – spiega Sorrentino in un’intervista al Corriere Della Sera – E l’ho capito un giorno sul set guardando Toni Servillo, che interpretava Pisapia, con una parrucca rossiccia e i Ray-Ban azzurrati. Guardandolo, ho capito che ci saremmo rivisti, che ci saremmo ancora frequentati. Chi è Pagoda? È un vitalista, uno che dice: in ultima analisi, la vita è una favolosa rottura di coglioni. Ma su che cosa dobbiamo concentrarci: sulla rottura di coglioni o sul favoloso? Lui opta per il favoloso. Pagoda è uno che cerca il senso della vita”.

Scroll To Top