Pennywise: In arrivo in Italia

Si avvicinano rapidamente le date italiane dei Pennywise. La band californiana, attiva da 22 anni, è tra i maggiori rappresentanti dell’ondata punk hardcore di inizio anni ’90. I Pennywise ritornano in Italia con un tour che toccherà Milano e Bologna. La terza data, prevista per il 5 febbraio a Brunico (BZ) purtroppo è saltata per problemi indipendenti dalla volontà del promoter.

I Pennywise presenteranno estratti del loro prossimo attesissimo lavoro e le hit di una carriera che li ha visti registrare ben 9 album in studio oltre a decine di collaborazioni, EP e cover tribute. Il loro ultimo album ufficiale è datato 2008 ed è uscito per l’etichetta My Space (è stata mantenuta, però, la mitica label Epitaph per l’Europa).

I Pennywise, negli anni, hanno attraversato alti e bassi, sia a livello umano (non sono mai stati un gruppo “tranquillo”, sul palco e fuori dal palco) che artistico: dai testi skate/party del primo decennio di attività, a canzoni a metà strada tra il cinico e il politico durante gli anni ’00; su tutte, l’anthem “Fuck Authority” che, in pieno clima 11 settembre, fu ritirato dai circuiti radiofonici nazionali. Ci sono stati alcuni cambi di formazione: il più recente e significativo è la defezione del cantante Jim Lindberg che, un paio di anni fa, ha lasciato il microfono a causa di conflitti con il resto del gruppo ed è stato sostituito dal poderoso singer degli Ignite, Zoli Téglas.

La punk band ritornerà in italia dopo aver calcato, nel 2010, i palchi di mezzo mondo con il Warped Tour, il più grande carrozzone della musica punkrock mondiale. Ad accompagnarli un’altra band icona del punk americano ma di impronta scozzese: The Real McKenzies!

PENNYWISE + The Real McKenzies
03-02-11 | Alcatraz – Milano:: € 22 + ddp
04-02-11 | Estragon – Bologna:: € 22 + ddp
Info: http://www.hubmusicfactory.com/

Aperte le prevendite nei circuiti: Ticketone, Vivaticket, Piemonte Ticket.
Per Milano disponibili anche da Mariposa Duomo e Mariposa Lodi.

Fonte: comunicato stampa Hub Music Factory

URL Fonte: http://www.hubmusicfactory.com/

Scroll To Top