Perché Emma Stone ha rifiutato il reboot di Ghostbusters

Nel reboot di “Ghostbusters” diretto da Paul Feig (“Le amiche della sposa”) e interpretato da Kristen Wiig, Leslie Jones, Kate McKinnon e Melissa McCarthy, avrebbe potuto esserci anche Emma Stone. A pensare a lei sarebbe stata non solo la Sony Pictures ma anche la star del primo “Ghostbusters” Bill Murray.

Ma, spiega l’attrice in una recente intervista al Wall Street Journal, «non credevo fosse il momento giusto per me, un franchise richiede un grosso impegno (l’attrice ha recitato nei due “Amazing Spider-Man” di Marc Webb, ndr). Anche se la sceneggiatura era molto divertente. [...] A un certo punto inizi a fare le cose non perché sei stata fortunata ad ottenere un certo lavoro ma perché sei tu che compi delle scelte consapevoli».

Emma Stone, che all’inizio di quest’anno ha ricevuto una nomination agli Oscar come migliore attrice non protagonista per “Birdman” di Alejandro González Iñárritu, tornerà prossimamente nelle sale con “Irrational Man”, il nuovo film di Woody Allen (visto al Festival di Cannes fuori concorso, qui la nostra recensione) nel quale recita a fianco di Joaquin Phoenix.

Fonte: WSJ

Scroll To Top