Piccole Serenate Notturne Festival: Dal 20 al 24 agosto il programma

Si tratta della tredicesima volta che il ridente e vivace comune di Vallerano, nel cuore della Tuscia, si appresta a celebrare le sue “Piccole Serenate Notturne” attraverso un festival dal titolo omonimo che quest’anno valorizzerà in particolare la musica mediterranea e mitteleuropea.

Martedì 20 e Giovedì 22 agosto, in Piazza dell’Oratorio, alle 21,30, avranno infatti luogo due concerti aperti al pubblico di due formazioni musicali alquanto originali.
La prima, i Note Noire (20 agosto), riprodurrà le musiche zingare europee ispirandosi agli ensemble di Django Reinhardt, vero e proprio traghettatore della musica europea verso il jazz nel periodo tra le due guerre, ma, allo stesso tempo, vettore di un’enorme quantità di timbri ed espressioni tipici della tradizione dei popoli del Vecchio Mondo. La ricerca sonora di Note Noire parte dalle corde dei bouzouki rebetiko di Markos Vamvakaris per spingersi ai violini zigani dell’orchestra di Sandor Lakatos e alle più familiari composizioni di Goran Bregoviç, con soluzioni che sono figlie del suo tempo.

Di altro orientamento i fenomeno dei Camillocromo (22 agosto), un’orchestra di sei musicisti in smoking che trascinano il pubblico in atmosfere musicali retrò con suggestioni circensi e colori felliniani, presentando un concerto-spettacolo pieno di sorprese e colpi di scena. Swing, tango,valzer e sonorità balcaniche si incontrano all’interno di composizioni originali, sfuggendo ad ogni possibile definizione ma identificandosi come “Musica per Ballerine Ciarlatani e Tabarin” che continua a girare come una giostra i teatri e le piazze d’Italia, sconfinando nell’Europa più esotica, regalando grandi risate e indimenticabili serate.

Il gran finale del festival, organizzato dal Comune di Vallerano e dall’Associazione Culturale Piccole Serenate Notturne Notte delle Candele, prevede il suggestivo itinerario artistico che dalle 20 di sabato 24 agosto, illuminerà i vicoli, le abitazioni, le piazze dell’intero borgo medievale attraverso l’accensione di oltre 50000 candele: un viaggio tra suoni, immagini e impressioni magnetiche e affascinanti, con ben sedici eventi tra musica, arte e teatro in contemporanea, per un ritorno alle origini nel quale la Natura si incontra con l’Arte.

Scroll To Top