Pif vince il Ciak d’Oro Giovani

La mafia uccide solo d’estate” di Pif (Pierfrancesco Diliberto) è il film vincitore del Ciak d’Oro Giovani / Alice nella Città 2014.

Il premio nasce dalla collaborazione tra Alice nella Città, la sezione indipendente e autonoma del Festival Internazionale del Film di Roma diretta da Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, e il mensile di cinema Ciak.

A scegliere il «miglior film italiano rivolto al mondo dei ragazzi» sono stati i lettori di Ciak, che hanno potuto esprimere le proprie preferenze sulla pagina facebook della rivista, e un gruppo di studenti già coinvolti nelle attività di Alice.

Gli altri titoli in gara erano “Zoran, il mio nipote scemo” di Matteo Oleotto, “La prima neve” di Andrea Segre, “Summer Games” di Rolando Colla, “Pulce non c’è” di Giuseppe Bonito, “The Special Need” di Carlo Zoratti, “Nessuna mi pettina bene come il vento” di Peter del Monte, “Il sud è niente” di Fabio Mollo, “Il mondo fino in fondo” di Alessandro Lunardelli, “Anni Felici” di Daniele Luchetti, “Smetto quando voglio” di Sydney Sibilia e “Noi 4″ di Francesco Bruni.

La mafia uccide solo d’estate“, presentato in concorso all’edizione 2013 del Torino Film Festival, ha ricevuto nove candidature ai David di Donatello, tra cui quelle per il miglior film e per il miglior regista esordiente, e cinque ai Nastri d’Argento.

Crescere e amare nella Palermo della mafia. Un racconto lungo vent’anni attraverso gli occhi di un bambino, Arturo, che diventa grande in una città affascinante e terribile, ma dove c’è ancora spazio per la passione e il sorriso.

Fonte: Comunicato

Scroll To Top