Pink Floyd, le copertine degli album diventano dei francobolli

Dopo il successo riscontrato lo scorso gennaio per la serie di francobolli “Classic Album Covers”, le Poste Britanniche hanno deciso di commercializzarne una nuova interamente dedicata alle copertine dei migliori album dei Pink Floyd. L’edizione conterà una decina di affrancature e ripercorrerà i 50 anni della rock band britannica portando nel ridottissimo formato le immagini di alcuni loro dischi, da “The Piper At The Gates Of Dawn” ai più famosi “The Dark Side Of The Moon” e “Wish You Were Here”. Inoltre, alcuni francobolli celebreranno anche le esibizioni live della band, come la messa in scena del loro album “The Wall”.

“Sono poche band che nella storia del rock sono riuscite a guadagnarsi una carriera ampia e importante come quella dei Pink Floyd” – si legge in un comunicato della Royal Mail (la più importante azienda postale britannica), che abbinerà all’emissione filatelica anche altri prodotti come magliette e borse con l’immagine dei vari dischi della band fondata da Syd Barrett, Roger Waters, Nick Mason, Richard Wright e Rado Klose (prima dell’arrivo di David Gilmour).

Le affrancature possono essere preordinate da oggi e saranno in vendita presso gli uffici postali dal 7 luglio. A partire dal 3 giugno, inoltre, Pink Floyd Records riproporrà l’intero catalogo della band in formato vinile dopo più di 20 anni: i primi quattro titoli saranno “The Piper At The Gates Of Dawn”, “A Saucerful Of Secrets”, la colonna sonora tratta dal film “More” e il doppio LP di “Ummagumma”. La prima uscita, masterizzata da James Guthrie, Joel Plante e Bernie Grundman, è stampata su vinile 180 grammi per garantire la qualità del suono e il packaging è fedele alla versione originale.

Scroll To Top