Playstation: Per la Cassazione è reato fare modifiche

Fare modifiche alla Playstation (e quindi, ad ogni console) è reato!
È quanto è stato stabilito dalla Cassazione, che ha condannato il trentenne di Bolzano, Oscar D., che vendeva dei mod chip destinati ad alterare la Playstation 2, consentendo così la fruizione dei videogame masterizzati (altrimenti inutilizzabili o, comunque, difficilmente utilizzabili).

I giudici di piazza Cavour hanno, infatti, stabilito che, essendo i videogiochi opere dell’ingegno, apportare modifiche alla console al fine di raggirare il copyright sul software, comporta una violazione del diritto d’autore su tali opere.
Il caso è approdato in Cassazione dopo che la Corte di Appello di Bolzano aveva assolto Oscar D., ritenendo che la sua condotta non rientrasse nella tutela sancita dall’art. 171 ter della legge 633 del 1941.

Scroll To Top