Poison Garden: Il 18 aprile Le Cirque Noir al Traffic di Roma

I Poison Garden, la prima band steampunk italiana, si esibiranno sabato 18 aprile 2015 al Traffic Live Club di Roma con il loro spettacolo Le Cirque Noir- A Dark Victorian Experience. Sarà una serata di animazione, giocoleria, mercatino, intrattenimento e ovviamente buona musica, con il dj set finale di Krypta Night.

Ad aprire il sipario saranno i Feline & Strange direttamente da Berlino e durante il corso della manifestazione vi saranno anche burlesque, maids & butlers e un photo corner per divertirsi. LoudVision sarà media partner dell’evento.

Questo il programma completo della serata:

Sabato 18 aprile 2015
Ingresso alla porta € 7,00 Prevendita € 5,00
prevendite a cura di:
–> Frame, –> LaM Café – Maid Café,
–> Uruk-hai & drow cosplay, –> Steampact Project

Poison Garden – Steampunk Band and Feline & Strange Live Shows
Accoglienza ed intrattenimento Cirque Noir
Burlesque show
Giocoleria
Victorian Cupcakes and beautiful Maids
Cosplay photo contest in a victorian set
Market

Qui l’evento Facebook ufficiale: https://www.facebook.com/events/324147821118389/

 

POISON GARDEN BIO

Forti del fatto che non basta indossare un corsetto marrone ed un cilindro per fare musica retrofuturistica, i Poison Garden perseguono l’obiettivo più ampio di sdoganare lo Steampunk dall’ambiente dei giochi di ruolo e delle fiere fumettistiche per farlo entrare a pieno regime nella quotidianità tramite la musica, mezzo universale di comunicazione, e di diffondere, grazie ad essa, uno Steampunk “di strada” che definiamo “NeoSteampunk”.

Ci prefiggiamo di dimostrare che l’outfit di questa sottocultura non è un mero vezzo da fotografare ma il lato tangibile di un senso di appartenenza, in grado di passare dai social network al mondo reale.

IL NOSTRO SOUND

La musica dei Poison Garden può essere definita da questa perifrasi:
“il suono che sarebbe stato riprodotto da un grammofono se il rock fosse nato due secoli fa; un sound moderno e aggressivo immerso nei suoni di un passato alternativo”.

Un connubio tra le ultime tendenze del Rock/Metal moderno (chitarre in down-tuning, potenti distorsioni, uso della tecnica di canto estremo “scream” da parte della cantante/bassista Madame Anais Noir) ed il sapore melodico fortemente retrò delle orchestrazioni di strumenti classici, arrangiati seguendo il piglio delle composizioni tardo-ottocentesche, scelte non a caso come punto di riferimento.

Lo Steampunk dei Poison Garden respira, infatti, la fuliginosa aria dell’Ottocento, secolo nel quale attecchisce l’embrione della “musica leggera” nei numerosi luoghi di divertimento (es. Café Chantant in
Francia, Music Halls in Inghilterrra) dove essa viene sdoganata dall’ambiente selezionato dell’aristocrazia tramutandosi in fenomeno pubblico.

Tutto ciò arricchito da rumori di ambiente e panorami sonori (come sbuffi di treni a vapore o scratch di vinile) che suggestionano l’ascoltatore e lo inducono a pensare che i brani dei Poison Garden siano effettivamente riprodotti da un vecchio grammofono in una città di un passato alternativo.

IL NOSTRO LIVE SHOW

I Poison Garden portano in scena il salotto vittoriano della Maison Noir ovvero la casa, munita di tutti gli arredi, dove il chitarrista Sir. Damian White vive con la sua sposa, la cantante/bassista Madame Anais Noir.

La coppia condivide lo spazio con lo scienziato/chitarrista Prof. Ψ e con The Pilot, il batterista.

Non si tratta di personaggi di fantasia ma semplicemente di Alterego che prendono vita in scena e che abitano quell’ottocento alternativo Steampunk che i Poison Garden traducono in musica.
Infatti Anais e Damian sono sposati anche nella vita reale, Raffaele aka Prof. Ψ è un biologo e Matteo aka The Pilot è davvero un pilota di Ultraleggeri.

Durante lo show la band riesce a dare equamente spazio a tutti i membri della band dedicando ad ognuno di
loro una singola “scena” legata di volta in volta alla canzone che stanno proponendo: così come Sir. Damian White preparerà un Assenzio così Prof. Ψ condurrà i suoi esperimenti e Madame Anais Noir scriverà le sue lettere d’amore.

Il tutto è reso più reale grazie all’utilizzo di suoni d’ambiente capaci, durante la performance, di condurre le emozioni del pubblico verso le ambientazioni retro-futuristiche evocate.

SPECIAL SHOWS

I Poison Garden si avvalgono della collaborazione di professionisti qualificati nel settore dello spettacolo grazie ai quali propongono degli Special Shows ovvero delle esibizioni a tema che uniscono la dimensione della musica dal vivo con il teatro, la danza e le arti acrobatiche.
Il concerto diviene così il momento cruciale di una rappresentazione più ampia che prevede una fase di pre-show ed un post-show affidata ad attori ed acrobati in grado di coinvolgere il pubblico nel plot dello spettacolo.

I Poison Garden hanno a disposizione un cast formato da attori, acrobati, ballerini, registi, truccatori, costumisti, scenografi, video-makers e graphic-designers.

Scroll To Top