Premio Mogol: Vince Povia, e noi lo sapevamo

Con il discusso brano “Luca Era Gay”, presentato allo scorso Festival di Sanremo, Povia ha vinto la seconda edizione del Premio Mogol. Lo ha annunciato l’Assessorato Regionale alla Cultura della Valle d’Aosta, regione ospite dell’evento. Il brano del cantante ha avuto la meglio su: “Egocentrica” di Simona Molinari, “Tutto L’Universo Obbedisce All’Amore” di Franco Battiato, “Il Paradiso Dei Calzini” di Vinicio Capossela, “A Te” di Jovanotti, e “Sincerità” di Arisa.

Ve lo aspetavate? Noi sì. E se vi state chiedendo perché, rinfrescatevi la memoria qui.

Giulio Rapetti Mogol, in una intervista al Corriere della Sera, difende a spada tratta il premio a Povia (deciso dalla giuria composta, oltre che da Mogol, anche da Marcello Veneziani, Oliviero Beha e Arnaldo Colasanti). Ecco le sue parole: “Racconta un fatto di vita, usando la prima persona. È un testo sincero, senza reto rica: una poesia che non nasce dall’ispirazione talentuosa ma dall’esposizione di una verità quotidiana. Povia ha intinto la penna in un in chiostro molto simile al sangue”.

Avevate per caso già letto parole simili?

Fonte: Ansa.it

Scroll To Top