Presentato il Far East Film Festival di Udine 2015

Comincia a Udine una nuova edizione del Far East Film Festival (23 aprile – 2 maggio 2015) , la manifestazione tutta italiana (anzi, tutta friulana) dedicata al cinema asiatico di ogni genere, ma che spazia anche a altri sapori d’oriente non direttamente legati al cinema e che invaderà il capoluogo friulano per dieci giorni.

Come annuncia già il combattente della locandina, il FEFF17 dedicherà parte della sua programmazione alle arti marziali con una retrospettiva della produzione di Hong Kong da Bruce Lee a Tsui Hark passando per Jackie Chan. E Jackie Chan è anche il protagonista del kolossal epico “Dragon Blade” di Daniel Lee, dove sarà affiancato anche da due star occidentali come Adrien Brody e John Cusack. Sempre da Hong Kong arriva anche l’ultimo film spettacolare di Tsui Hark, che dopo aver concluso la saga del Detective Dee ci racconta, ancora in 3D, “The Taking of Tiger Mountain“, ambientato durante la Seconda guerra mondiale ma, a detta dell’autore, «girato come un’opera contemporanea».

Non solo Hong Kong. Il festival presenta le produzioni di ben undici realtà cinematografiche orientali: Hong Kong, Giappone, Cina, Corea del Sud, Singapore, Filippine, Taiwan, Thailandia, Indonesia, Vietnam e, per la prima volta, Cambogia, per un totale di 70 titoli, di cui 4 documentari. Fra i documentari sarà presentato in anteprima “Il regno dei sogni e della follia” il dietro-le-quinte dello studio d’animazione giapponese Ghibli che Lucky Red porterà nelle sale italiane per un evento di soli due giorni il 25 e 26 maggio prossimi.

Un assaggio di cinema occidentale sarà pure servito a Udine, per proporre un confronto sul cinema di genere fra oriente e occidente: una selezione di quattro titoli europei provenienti dal Festival del cinema fantastico di Sitges, in Catalogna.

La ciliegina sulla torta è lo straordinario concerto di apertura di giovedì 23 aprile, andato tutto esaurito nelle prime trentasei ore di prevendita. Per la prima volta in Italia si esibirà in concerto, dirigendo la RTV Slovenija Symphony Orchestra e suonando lui stesso al pianoforte, Joe Hisaishi, il mitico compositore delle colonne sonore, fra le altre, di Hayao Miyazaki e Takeshi Kitano. Joe Hisaishi, con l’occasione, ritirerà anche il Gelso d’oro, il premio alla carriera che ha voluto assegnargli il Far East Film Festival.

L’appuntamento per gli appassionati o curiosi di cinema asiatico è al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, a Udine dal 23 aprile al 2 maggio.

Scroll To Top