Prince: Plagio tutto italiano

Sono passati circa quindici anni dal giorno in cui i due autori italiani Bruno Bergonzi e Michele Vicino fecero causa alla star internazionale Prince. Oggetto della discordia fu “The Most Beautiful Girl In The World”, hit estratta dal primo disco del Folletto di Minneapolis sotto simboliche spoglie, trainata da un motivo melodico in tutto e per tutto simile a “Takin’ Me To Paradise”, brano pubblicato nel 1983 da Bergonzi e Vicino.

I due italiani possono oggi cominciare a festeggiare, perché la sentenza della Corte di Appello di Roma gli ha dato ragione. Il plagio esiste e Prince è ora obbligato a ritirare dall’Italia il brano incriminato. Per eventuali risarcimenti monetari è necessario attendere che la sentenza sia confermata anche dall’ultimo grado di appello.

Fonte: billboard.com

Scroll To Top