Queens Of The Stone Age prendono una pausa prima di lavorare al nuovo album

Michael Shuman, istrionico bassista di Queens Of The Stone Age e Mini Mansions (progetto parallelo ai QOTSA), in una recente intervista rilasciata a Gigwise, ha parlato del suo momento e di quello dei Queens alle prese con la scelta di prendersi una pausa dal lavoro in studio per il nuovo album -

Al momento sono concentrato sui Mini Mansions (il nuovo disco The great pretenders uscirà il prossimo 23 marzo, ndr), in futuro uscirà nuovo materiale dei QOTSA, per ora ci stiamo prendendo una pausa dopo due lunghissimi anni di tour.

Riguardo l’urgenza di rientrare in studio -

eravamo eccitati perché il posto era perfetto, ci divertivamo e il risultato erano delle registrazioni davvero ben fatte. Ma abbiamo deciso comunque di prenderci una pausa dopo aver speso tanto tempo e fatica nell’ultimo album (Like clockwork, 2013, ndr). Non siamo stanchi l’uno dell’altro, e non vogliamo possa accadere una cosa simile: semplicemente è meglio fare un passo indietro per un secondo e tornare solo dopo aver concesso al mondo di prendersi una ‘pausa da noi’.

E aggiunge Shuman

Credo che suonare e lavorare con persone differenti sia un processo di arricchimento costante. Si tratti di una Big band, una piccola band, una etichetta qualsiasi o un qualsiasi gruppo di persone: puoi imparare qualcosa da ognuno di loro, questo penso. Col tempo si invecchia e puoi capirlo ed è questo aspetto che rende straordinari i Queens: siamo come una grande famiglia in cui ognuno si sente libero di fare quel che vuole e di sottoporre agli altri i propri pensieri.

Scroll To Top