Questa sera alla Mostra di Pesaro il cileno Raíz

Continuano le proiezioni del cinema in Piazza alla 50esima Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro: dopo “Swim Little Fish Swim” di Lola Bessis e Ruben Amar, e il cortometraggio “The Moon and the Son” di John Canemaker (abbinato al lungo “Momma’s Man” di Azazel Jacobs), questa sera sarà il turno di “Raíz“, opera prima del trentenne cileno Matías Rojas Valencia che viene presentata in competizione.

Proprio l’anno scorso il Festival di Pesaro ha dedicato al cinema cileno contemporaneo una bella retrospettiva, con un focus speciale su Sebastián Lelio (qui la nostra recensione del suo “Gloria“, con protagonista Paulina Garcia). Sempre nella scorsa edizione, “La chupilca del diablo” di Ignacio Rodríguez, classe 1989, si è aggiudicato la menzione speciale della giuria.

Raíz” di Matías Rojas Valencia è la storia della 26enne Amalia, discendente dei coloni tedeschi del Cile meridionale, che intraprende un viaggio alla ricerca del padre di Cristóbal, il bambino della domestica che l’ha cresciuta e che è morta di recente.

Rojas Valencia ha studiato cinema a Santiago del Cile e ha già realizzato cortometraggi, opere di videoarte e documentari con i quali ha partecipato a numerosi festival nazionali e internazionali.

Attualmente è al lavoro sul suo secondo lungometraggio, “In The Shade of Trees”.

Fonte: Pesaro Film Fest

Scroll To Top