Raoul Bova rinviato a giudizio per evasione fiscale

L’attore Raoul Bova è stato rinviato a giudizio per evasione fiscale: il processo, disposto dal giudice dell’udienza preliminare di Roma, è stato fissato per il 21 settembre 2016.

La Procura di Roma contesta a Raoul Bova, alla sorella Daniela e all’ex moglie dell’attore Chiara Giordano il reato di dichiarazione fraudolenta mediante artifici. L’evasione ammonterebbe a oltre 600mila euro.

«Sono sbalordito dalla decisione di questo giudice — ha dichiarato l’avvocato difensore Giuseppe Rossodivita — Sono state disattese le affermazioni del tribunale del riesame e della Cassazione. Il collegio dei giudici della libertà, ha scritto che manca il fumus e non c’è alcun reato. Adesso faremo il processo e lo dimostreremo in aula».

Il film più recente che ha visto protagonista Raoul Bova è “La scelta” di Michele Placido, uscito lo scorso aprile, dove l’attore recitava a fianco di Ambra Angiolini, Valeria Solarino e lo stesso Placido.

Fonte: ANSA

Scroll To Top