Refused: il video di “Dawkins Christ” anticipa l’album

La storica band punk hardcore svedese Refused è tornata ufficialmente a produrre nuova musica. Il 30 Giugno sarà pubblicato il primo album dopo diciassette anni di silenzio intitolato: “Freedom”.
La band di Umea, capitanata da Denni Lyxzén, nasce nel 1992 e due anni dopo pubblica il primo full lenght album This Might Just Be…The Truth con cui attirano l’attenzione di critica e fan per via del loro sound e la loro attitudine hardcore. The Shape Of Punk To Come, da molti considerato come il capolavoro della band, è l’ultimo album ufficiale prima dello scioglimento nel 1998.
Dopo un lungo silenzio i Refused sono tornati ad esibirsi dal vivo nel 2012 in occasione di alcuni dei maggiori festival internazionali come il Rcok Am Ring e Il Download Festival.

Questa lunga ombra di silenzio è destinata a svanire con la pubblicazione di “Freedom”. L’etichetta è la storica Epitaph, fondata nel 1980 da Brett Gurewitz dei Bad Religion.

Dal nuovo album sono stati estratti tre brani: “Elektra”, “Fra Ançafrique” e ora è il momento di “Dawkins Christ“, con annesso video ufficiale.
Il batterista David Sandström a proposito del pezzo spiega: “Parla del famoso biologo la cui filosofia atea ha dato vita a una sorta di culto che lo vede come un messia, un profeta – una situazione paradossalmente ironica, che ha ispirato il testo”.

Il sound, seppur rinnovato, rimarca l’attitudine hard e l’anima punk della band che è stata in grado di influenzare molti gruppi a venire. I fan non saranno delusi e nuovi sicuramente ne verranno.

Questa è la tracklist definitiva di “Freedom”:

1. Elektra
2. Old Friends / New War
3. Dawkins Christ
4. Françafrique
5. Thought Is Blood
6. War On The Palaces
7. Destroy The Man
8. 366
9. Servants Of Death
10. Useless Europeans

Scroll To Top