Riad: Apre cinema dopo 30 anni

Ciò che è accaduto è stato definito “l’inizio del cambiamento”, ma tutti sanno che il percorso è lungo e pieno di ostacoli.

Una sala cinematografica apre per la prima volta dopo trent’anni, un pubblico di trecento persone (solo uomini) assiste alla proiezione di “Manahi”, una commedia sulle disavventure di un contadino che va in città e si ritrova a confrontarsi con il mondo della finanza.

Succese a Riad, nella capitale saudita. Gli ultraconservatori non sono di certo favorevoli, considerando il cinema un insulto all’Islam. Ma qualcosa pare si stia muovendo. Qualcosa succede con difficoltà anche nell’era dei film pronti in un click.

Ci son voluti ben cinque mesi per ottenere l’autorizzazione alla proiezioni. Ora, però, quello che conta non è il numero di biglietti venduti, piuttosto il muro che è stato abbattuto.

Scroll To Top