Riz Ortolani: È morto il grande compositore di colonne sonore

È morto ieri a Roma Riz Ortolani, compositore di centinaia di colonne sonore per il cinema italiano e internazionale: sue le musiche de “Il sorpasso” di Dino Risi (1962), “Banditi a Milano” di Carlo Lizzani (1968), “I giorni dell’ira” di Tonino Valerii (1968, l’anno scorso l’abbiamo riascoltata in “Django Unchained“), gli sceneggiati “La freccia nera” (1969) e “…E le stelle stanno a guardare” (1971), “Fratello Sole, Sorella Luna” di Franco Zeffirelli (1962), “Cannibal Holocaust” di Ruggero Deodato (1980).

Riz (Riziero) Ortolani era nato a Pesaro e lì aveva studiato composizione al Conservatorio Rossini. Aveva ricevuto due nomination agli Oscar per la categoria miglior canzone (nel 1964 con “More” dal film “Mondo cane” e nel 1971 con “Till Love Touches Your Life” da “La valle dei comanches”), un Golden Globes su quattro candidature (con la canzone “Forget domani” da “Una Rolls-Royce gialla”) e quattro David di Donatello, l’ultimo nel 2005 per la colonna sonora di “Ma quando arrivano le ragazze?” di Pupi Avati.

Scroll To Top