Roger Waters: Il “muro” dei Pink Floyd a Roma

Il 28 luglio presso lo Stadio Olimpico, arriva anche a Roma Roger Waters e The Wall: il suo sonoro e visivo capolavoro di alienazione e trasformazione sarà messo in scena per intero coinvolgendo una band completa e una produzione d’avanguardia. “The Wall” è stato messo in scena in 192 spettacoli in tutto il mondo davanti a più di 3,3 milioni di fans facendone uno dei tour di maggior successo della storia del rock.

Roger Waters dice “Sono estremamente felice di portare ancora The Wall in Europa. Sarà un grande divertimento per tutti noi. Ho rimodellato lo spettacolo in modo da poter suonare in grandi stadi all’aperto. È davvero bello. Ancora più toccante, coinvolgente, drammatico e avvincente della versione nei palazzetti. Ho dovuto ripensare tutto lo show per portarlo negli stadi. Questo gigantesco show di The Wall negli stadi non avrebbe potuto essere realizzato 40 anni fa. Non avremmo potuto riempire lo spazio in un modo che risultasse emozionalmente, musicalmente e teatricalmente soddisfacente. La tecnologia è cambiata. Adesso possiamo“.

Waters ha per la prima volta reinventato il suo leggendario palco di The Wall nel 2010 utilizzando le innovazioni tecnologiche dei nostri giorni e gli effetti speciali che sono stati ammirati dal pubblico di tutto il pianeta con innumerevoli concerti sold out e molteplici repliche tra cui i 9 sold out consecutivi al River Plate Stadium di Buenos Aires (Argentina) che hanno stabilito un record. “The Wall” rimane uno degli album che hanno più influenzato la storia della musica con un profondo effetto sulla cultura pop che ha risuonato in più generazioni di fans.

Prima del 2010 lo show di “The Wall” era semplicemente troppo grande per pensare di poterne fare un tour ma le nuove arene e i progressi che la tecnologia ha fatto nel settore hanno risolto quel problema. Waters ha aggiornato il look e il feeling dello show per assicurarsi che si abbinasse al sensazionale sfarzo teatrale per cui l’incarnazione live di The Wall è divenuta leggendaria, permettendo ad un’altra generazione di essere ispirata dalla magnificenza dello spettacolo sonoro e dei visual mozzafiato. La produzione originale del 1980 di The Wall è stata messa in scena nella sua interezza solo 29 volte durante il tour a supporto dell’album che i Pink Floyd fecero nel 1980 e una volta a Berlino in occasione delle celebrazioni per la caduta del muro di Berlino.

ROGER WATERS
ROMA@STADIO OLIMPICO
28 LUGLIO 2013
IL “MURO” DEI “PINK FLOYD” A ROMA

Fonte: Comunicato

Scroll To Top