Roman Polanski non sarà al Festival di Locarno

Roman Polanski rinuncia al Festival del Film di Locarno: il regista avrebbe dovuto tenere una masterclass e partecipare alla proiezione di “Venere in pelliccia” ma negli ultimi giorni diversi esponenti politici svizzeri hanno espresso il proprio dissenso.

Il motivo, come sempre quando si parla di Polanski, risale al 1977 e alle accuse di stupro ai danni dell’allora tredicenne Samantha Geimer.

Il Festival diretto da Carlo Chatrian ribadisce di credere «fermamente nel principio della libertà artistica» ed esprime rammarico nel vedere il proprio pubblico «privato di un’importante occasione di arricchimento culturale».

Di seguito le parole con cui Roman Polanski ha comunicato pubblicamente la propria decisione:

Cari amici,

mi dispiace dovervi comunicare che dopo aver constatato che la mia apparizione al Festival di Locarno avrebbe potuto provocare tensioni e controversie da parte di persone contrarie alla mia presenza, ma di cui rispetto le opinioni, ho deciso a malincuore di rinunciare a parteciparvi.
Mi rattrista sinceramente deludere le vostre aspettative.

Roman Polanski

Scroll To Top