“Salvagente” di Roy Paci e Willie Peyote vince il Premio Amnesty

Correlati

Salvagente“, singolo di Roy Paci & Aretuska che vede la partecipazione del rapper Willie Peyote, ha vinto il Premio Amnesty International (Sezione Big) come miglior brano sui diritti umani del 2018.

Il riconoscimento, istituito nel 2003 da Amnesty International Italia e dal Festival Voci per la Libertà, verrà consegnato domenica 21 luglio a Rosolina Mare (Rovigo) nella serata finale della ventiduesima edizione della rassegna. Tra i vincitori passati ricordiamo  i meravigliosi brani di Daniele Silvestri (“il mio nemico”, 2003), Ivano Fossati (“Pane e coraggio”, 2004), Modena City Ramblers (“Ebano”, 2005), Subsonica (“Canenero”, 2008), Max Gazzè (“Atto di forza”, 2014), Brunori Sas (“L’uomo nero”, 2017).

Riguardo alla vittoria di “Salvagente”, pezzo riguardante l’integrazione, il musicista siciliano ha dichiato: “Sono molto emozionato di ricevere questo premio, come fosse il coronamento di una missione che ho condotto negli ultimi 20 anni, a fianco ad Amnesty International. Non potrei mai immaginare una separazione tra la mia vita di musicista e ciò che accade intorno a noi, le due cose sono inscindibili”.

Grande felicità anche per il rapper torinese Willie Peyote: “Per me è un grande traguardo e un grande onore ricevere questo riconoscimento. Da sempre tento di fare musica che possa smuovere anche di pochi millimetri le coscienze e spingere le persone a farsi una domanda in più, questo premio mi da la forza di continuare su questa strada più determinato di prima. Ringrazio in particolare il maestro Roy Paci che ha reso possibile tutto questo”.

Scroll To Top