Samuel Jackson: “Sorrentino, Moretti, scritturatemi!”

”Il cinema italiano è vivo, non a caso tra i miei desideri c’è quello di lavorare con registi come Nanni Moretti e Paolo Sorrentino – dice Samuel Jackson, ospite al ‘Capri,Hollywood’, la rassegna di Capri curata da Pascal Vicedomini – Gli incassi delle sale crescono non solo negli Usa, nonostante le nuove piattaforme la gente continuerà sempre andare al cinema, è un rito col quale siamo cresciuti e anche un modo per le famiglie di stare insieme ai propri figli”.

L’attore vincitore dell’Orso d’Argento per il film “Jackie Brown” di Tarantino, si prepara per il 2010 alla sfida ai botteghini della prossima primavera con “Iron Man 2″ dove interpreterà Nik Fury, il famoso personaggio Marvel capo dell’unità di spionaggio.

Parlando dei nuovi mezzi tecnologici legati al cinema, Jackson dichiara: “Il boom del 3d non mi sorprende e non mi spaventa: ci sono diversi film tridimensionali ma anche tanti altri girati tradizionalmente che la gente ama vedere: ‘Avatar’ può essere visto solo in 3d, altrimenti non avrebbe senso. Non credo però che il ruolo dell’attore sia in pericolo”.

Quanto gli altri suoi lavori in corso, oltre “Iron Man 2″, l’attore spiega che tiene in particolar modo a “Mother and Child” che sarà presentato fuori concorso al Sundance. Scritto e diretto da Rodrigo Garcia, farà coppia con Naomi Watts. Nel cast anche Annette Bening. “Si tratta di una storia che ne racconta tante altre, protagonisti madri e figli e i vari tipi di rapporti tra loro”, racconta l’attore.

Jackson non nasconde di essere un spettatore poco attento al nuovo. “Spesso mi chiedono un parere sulle star emergenti – dice – ma sono abbastanza impreparato. Lo dimostra il fatto che giorni fa ero in aereo con la giovane attrice protagonista di Twilight, mia figlia era entusiasta, ma io non l’avevo neanche riconosciuta. Preferisco vedere film poco noti in casa o leggere”.Fonte: Adnkronos

Scroll To Top