Sanremo 2020: la direzione artistica sarà affidata a Mina? L’indiscrezione

Correlati

Potrebbe essere Mina a ricoprire il ruolo di direttore artistico alla settantesima edizione del Festival di Sanremo. L’indiscrezione, assolutamente clamorosa, sta prendendo sempre più piede dopo che Massimiliano Pani, figlio e produttore della tigre di Cremona, stuzzicato durante un’intervista al Messaggero riguardo un eventuale coinvolgimento della madre al prossimo Festival ha risposto: «Se la Rai le chiedesse di scegliere i brani in gara, e le permettesse di mantenere la sua visione artistica, credo proprio che accetterebbe».

Non si è fatta certamente attendere la risposta dell’amminastratore delegato della Rai Fabrizio Salini che, tramite una dichiarazione rilasciata sempre al quotidiano romano, si è mostrato decisamente aperto a questa possibilità «Mina è Mina. E di fronte a un’apertura come questa manifesto tutto il mio interesse e quello dell’azienda. Chiamerò Massimiliano Pani nei prossimi giorni per dirgli che siamo ovviamente disponibili, per uno o più incontri, per ascoltarlo e ragionare sul futuro del Festival».

Non ci resta dunque che aspettare gli sviluppi di quella che sembra essere a tutti gli effetti una vera e propria trattativa. Nel frattempo un’altra voce si fa sempre più insistente nei corridoi di Viale Mazzini; secondo alcuni infatti, a condurre l’edizione numero 70 del Festival sarebbe Amadeus, pronto a compiere il grande salto dopo aver dimostrato grande abilità e professionalità nelle sue trasmissioni, in particolare con il fortunato show del sabato sera “Ora o mai più“.

Scroll To Top