Se il classico arriva sul maxischermo: Vaporidis è un moderno Iago

Sarà che manca la fiducia nelle scuole. Sarà che i classici son passati di moda tra i giovanissimi. Sarà che c’è qualcuno che ha preso a cuore la questione e ha deciso di riportare in vita un dramma shakespeariano. Quell’ “Otello” che in tanti abbiamo amato è stato rispolverato per andare dritto dritto sul maxischermo: regia di Volfango De Biasi (lo stesso di “Come Tu Mi Vuoi”) e Nicolas Vaporidis e Laura Chiatti come protagonisti (Iago e Desdemona).

“Con questo film cerchiamo di portare il teatro classico al cinema, che oggi è un mezzo più potente. Non usiamo il linguaggio classico ma una prosa moderna. Per il resto, però, attualizziamo un’opera che in realtà è molto attuale: le dinamiche sono le stesse che furono messe in scena da Shakespeare”, spiega Vaporidis.

“Nella nostra rilettura Iago è uno studente di Architettura, ha un grandissimo talento ma non ha mezzi finanziari. Otello invece è figlio di un grande architetto, Desdemona è la figlia del rettore. Oscurato da Otello che è facilitato dalla fama e dal potere del padre, Iago fa di tutto per riprendersi quello che si merita: fa quello che facciamo noi tutti e lo fa con carattere, senza piegarsi a quanto la vita gli riserva”, aggiunge il giovane attore romano.

“Io comprendo il punto di vista di Iago, lo condivido e lo giustifico. Finora è sempre stato dipinto come colui che inganna per invidia e gelosia, ma nel film che stiamo girando nelle sedi dell’Universita’ veneziana di Ca’ Foscari diamo una lettura in chiave moderna di “Otello” di Shakespeare, e ne vien fuori tutta un’altra storia”. Ah, ecco: tutta un’altra storia, questo è il segreto.Fonte: Agi

Scroll To Top