Sesso over 70 nelle sale tedesche

Inge è una donna che ha superato i sessant’anni, sposata da trenta con Werner e innamorata di suo marito. Ma quando incontra il settantaseienne Karl è subito passione. Ritrova gli sguardi d’intesa, l’attrazione fisica, una vita sessuale ormai dimenticata. E improvvisamente si sente di nuovo giovane e desiderata.

“L’ultima frontiera della rivoluzione sessuale”, ha commentato il quotidiano Die Tageszeitung.
“Incredibile, oltraggioso, frivolo, liberatorio e magnificamente triste”,
ha replicato il settimanale Die Zeit.
Obiettivo naturalmente centrato: “Wolke Neun” (Nuvola nove), nei cinema tedeschi da una decina di giorni, non ha impressionato solo la critica ed esaltato gli intellettuali, è subito diventato un’onda destinata a scuotere una società che invecchia e cerca un linguaggio nuovo per raccontarlo.

Ad aver scioccato il paese non è tanto la trama quanto il ricorso a scene di sesso esplicite, realistiche, naturali tra corpi (tutti e tre, perché Inge continua ad amare anche Werner) che non sono belli, che hanno perso la lucidità e le proporzioni della giovinezza ma non il loro fascino. È una riscrittura estetica che va contro le regole solite del cinema.

E anche il tabù del sesso con le rughe è stato infranto…Fonte: Corriere.it

Scroll To Top